Protezione Civile

Incaricato

Graziano Guccini
Zona Livorno
protezionecivile@toscana.agesci.it

Pattuglia Regionale

Daniele Celesti – Zona Livorno

Don Francesco Rosi – Zona Valdarno

Paolo Cantini – Zona Pisa

Paolo Panicacci – Zona Firenze

Riccardo Nencini – Zona Prato

Carlo Bani – Zona Valdarno

Giovanni Cocchi – Zona Lumaca

Paolo Benucci – Zona Firenze

Luigi Galigani – Zona Costa Etrusca

Ulteriori info sono sulla pagina  facebook della pattuglia Protezione Civile (https://www.facebook.com/groups/281989821832356/) e sul link nazionale del settore (http://protezionecivile.agesci.it/).


   Scarica il VADEMECUM LEGGE REGIONALE TOSCANA


3a9297ca78720986dccc8a65ce802a33_xl Scarica la presentazione della pattuglia Protezione Civile


PROTOCOLLO OPERATIVO PER ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE

Previsioni e criticità meteo

L’“Allerta Meteo” per progettare le attività in sicurezza

Il meteo della Regione Toscana dal Consorzio Lamma

Previsioni e criticità meteo

Suggerimenti agli adempimenti da osservare per svolgere i nostri Campi sul territorio della Regione Toscana (basata sulla legge regionale 84/09 sui soggiorni didattico-educativi).

Scarica il libretto a cura della Pattuglia Regionale Pc (redattore Graziano Guccini)

NEWS

Come comunicato dal Nazionale, dal 7 Gennaio viene dichiarato concluso lo stato di emergenza e pertanto non sarà più richiesto l'intervento di Agesci. Grazie a tutti coloro che sono partiti, che hanno dato la disponibilità e che si sono informati sulle possibilità di fare qualcosa per le popolazioni colpite e quelli che hanno proposto ed hanno partec...
I telegiornali occupati dalle importantissime notizie sul Referendum si sono "distratti" dalle vite e dalle vicende dei terremotati. Alcune notizie, passaparola, parlavano di conclusione dell'emergenza approssimativamente al 31/12, questo potrebbe essere vero nel momento in cui tutti saranno sistemati nei container prefabbricati. Per Agesci però l'esperi...
Il 4 novembre del 1966 l’Italia settentrionale e centrale fu attraversata da una straordinaria ondata di maltempo. Dal Friuli all’Umbria ed oltre furono molte le inondazioni, le frane, gli sfollati e ingenti i danni alle cose, alle imprese, alle coltivazioni, al patrimonio artistico. Ma nella memoria collettiva il 4 novembre ’66 è il giorno dell’...