Route e uscite nautiche

Purtroppo al momento non ci sono in Toscana percorsi già pronti e sperimentati per una settimana di ruote in canoa. Ci sono alcuni posti dove è possibile fare dei tratti di diversi giorni, ma non proprio una settimana intera.

Un itinerario nautico di una settimana, sostanzialmente già pronto e collaudato da diversi clan toscani, si trova in Veneto: parte sul fiume Sile e arriva fino alla laguna di Venezia, dove si conclude appoggiandosi alla base nautica scout di Mazzorbetto. Sono possibili diverse varianti di percorso, e potete trovare molte informazioni sulla seguente pagina web, compreso il contatto per noleggiare in loco le canoe:
Questo tratto del fiume Serchio è abbastanza adatto alla navigazione in canoa, è piuttosto facile, e potrebbe richiedere tra 3 e 5 giorni. Nella parte finale l’acqua è sostanzialmente ferma, e in tutto l’itinerario ci sono solo due ostacoli che vanno aggirati a piedi: un grosso sbarramento in cemento tra Filettole e Ripafratta (facile da aggirare a piedi perchè l’area circostante è molto antropizzata) e un altro sbarramento fatto di massi poco a nord di Colognole: è un po’ più complicato da aggirare perchè l’argine è alto e ci sono molti rovi, ma con un po’ di attenzione è possibile superarlo scendendo e trasportando le canoe a piedi.
Ecco i contatti di due persone che potrebbero fornirvi materiale e informazioni logistiche:
– Stefano: 348-3301593 (http://aguaraja.com/)
Il lago del Bilancino nel Mugello è una buona soluzione per fare una route mista: è molto vicino al crinale appenninico, con tutti i suoi itinerari. E d’altronde il lago è un po’piccolo per una route di una settimana interamente nautica. La base nautica scout sul lago è  stata dismessa, ma è possibile appoggiarsi alla base delle Salaiole (contattare Andrea Giusti 338/9840262), dove abbiamo anche delle attrezzature che possiamo dare in prestito (5 canoe monoposto con pagaie e giubbotti salvagenti).
Questo tratto di discesa dell’Arno richiede attenzione e preparazione, perché ci sono alcuni passaggi delicati, ma la conclusione del percorso nel centro storico di Firenze è molto scenografica. Richiede circa 2-3 giorni, ma può anche essere allungato partendo più a monte, sia sull’Arno che sulla Sieve. Nel periodo estivo va valutata la portata dell’acqua, se è troppo scarsa si passa male. Appoggi logistici a Pontassieve (c’è anche un gruppo scout) e al circolo Marina di Candeli a Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze (www.marinadicandeli.it). L’associazione che gestisce questo circolo è molto disponibile, possono aiutarvi anche nella necessaria preparazione per una route nautica.

Non abbiamo ancora avuto modo di testare questo itinerario, ma pare che anche il tratto finale del fiume Ombrone in Maremma sia adatto a una route in canoa.